Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

R: Blue flag - storia e disegni Kaito

Ottavo volume. Ecco il finale di questa avventura. Chi ha scritto questa storia dice che avrebbe sempre voluto vedere personaggi sedersi e confrontarsi in un dialogo. Ed è quello che succede qui. Ne sono molto felice anch'io. Trovo che la comunicazione sia ciò che tuttə dovremmo fare. Forse qualcuno tiene i suoi segreti. Forse si avvera qualcosa che si sperava. È tutto un po' nebuloso... è stato scelto di non mostrare in chiaro un amore omosessuale. Condivisibile, salva questo manga da eventuale censura, ma anche un po' triste, perché ci si può sentire meno rappresentati. Consigliarlo o no... ha molti punti di forza, ma non mi ha davvero colpito, in alcuni punti è anche diventato pesante da sopportare, anche se era per il realismo non per come è stato scritto.

R: Blue flag - storia e disegni Kaito

Settimo volume. Questa parte di storia è pesante da sopportare. Un conto è quando soffri per un amore a senso unico, un altro è quando la società giudica il tuo amore. Si trovano confronti aperti dove ci sono parole molto dolorose, dette da personaggi che vogliono "far ricordare come va il mondo". Come se i nostri protagonisti non lo sapessero già. E fa male. Perché si sentono in diritto di esprimere il loro pensiero anche nella vita reale. Perfino i "difensori" diventano pesanti. Sarebbe bello una società in cui non bisogna parlare di questo, ma solo, "hai una cotta non corrisposta? Mi dispiace per te" punto e fine. Davvero pesante, spero nel prossimo volume, decreterà davvero se considero questa storia consigliabile o no.

Radici bionde - Bernardine Evaristo

Doris vive in un contesto feudale in Europia con la famiglia, ma ancora ragazzina viene rapita da un mercante di schiavi e deportata in Grande Ambossa (Inghilterra), una colonia del continente Aphrika. Non ci mette molto a capire che la vita degli schiavi bianki e più in generale dei bianki stessi non ha alcun valore presso i nehri. I nehri si ritengono una razza superiore: lo attestano il nutrito pantheon di dei, la scala di valori, la letteratura, le usanze, gli abiti, i capelli, il colore della pelle, tutto. Doris è una proprietà, al pari di un qualsiasi animale. La sua priorità è sopravvivere giorno dopo giorno, tenendo accesa una piccola speranza: riuscire a fuggire...
Il libro è opera di fantasia, ma pone una domanda forte: e se questo fosse toccato a te, bianco, con quali occhi vedresti oggi il mondo?

The danish girl - David Ebershoff

Da questo libro pieno di sentimento è stato tratto l'omonimo film del 2015. La vicenda è ispirata alla storia vera di Einar Wegener, artista sposato alla pittrice Gerda Gottlieb, che ad un certo punto sente affacciarsi prepotentemente nella sua psiche Lili Elbe, il suo alter ego femminile. Pian piano Einar viene lasciato sempre più indietro, fino alla decisione di tentare un intervento chirurgico per diventare finalmente in tutto e per tutto Lili, la persona che sente di essere veramente. Nel libro, a differenza del film, Lili è intersessuale, ovvero possiede delle ovaie nascoste, che le causano delle emorragie spossanti e vengono individuate solamente durante l'operazione per il cambio di sesso. L'autore ipotizza questa soluzione, del tutto plausibile, in quanto nei diari della vera protagonista di questa storia si fa più volte riferimento alle emorragie da lei subite. Ho molto apprezzato l'atteggiamento di Gerda per quasi tutto il libro, perché dimostra di amare sul serio Einar e di conseguenza anche Lili.

Neppure il silenzio è più tuo - Asli Erdoğan

La vicenda di questa scrittrice turca è degna di nota; ha studiato fisica al CERN, ha esercitato vari mestieri tra cui i seguenti: "ballerina, insegnante di inglese, traduttrice, scrittrice di articoli di viaggio per una rivista di geografia, conduttrice di programmi radiofonici di musica classica, volontaria in progetti dedicati ai bambini di strada e alle famiglie di carcerati, conferenziera su vari argomenti, specie letteratura e mitologia".
Questa raccolta di impressioni riguarda principalmente la disperazione provata dall'autrice per l'ondata di repressione che ha colpito il suo paese, con alcuni riferimenti ad alcuni fatti violenti di cui è stata testimone o da lei stessa subiti. Asli Erdogan è stata detenuta nelle carceri turche per aver sostenuto il PKK, che Turchia, USA e EU considerano, sebbene con atteggiamenti a volte borderline, un'organizzazione terroristica. La scrittrice si è opposta pubblicamente a Erdogan in difesa dei diritti civili e la democrazia ed è per questo riparata in Europa, in maniera tale da evitare ulteriori persecuzioni governative nei suoi confronti.
Il tipo di scrittura non è nelle mie corde, ma comprendo le motivazioni.

Flashback - Cristina Comencini

Quattro vicende di donne, ambientate in diversi momenti storici: la Parigi di fine Ottocento, la Russia della Rivoluzione d'Ottobre, il Friuli della seconda guerra mondiale e la Londra degli anni Sessanta. Il filo conduttore dell'opera è il ruolo della donna in dati periodi storici, con particolare attenzione all'aspetto della maternità e al rapporto amoroso con gli uomini. Personalmente è una lettura che mi ha disturbato per l'insistenza con la quale si trattano i temi della maternità e di quella che che chiamerei dipendenza affettiva e subordinazione. Tutto viene visto solo attraverso la lente della maternità e del rapporto con un uomo, nel bene o nel male, quindi mi ha lasciato perplessa la mancanza di personalità e la passività delle figure femminili. Ho gradito solo la descrizione della vicenda di Elda Turchetti, in buona sostanza, ma sono comunque arrivata alla fine del libro arrabbiandomi di continuo.

La figlia del partigiano - di Louis De Bernières

Anni Settanta, Londra. Chris è un quarantenne con un matrimonio infelice. Abborda Roza in strada, credendola una prostituta, ma lei una prostituta non lo è più e lo canzona. Lui si imbarazza immensamente, accetta di accompagnarla a casa per evitarle una corsa in taxi e lei lo prende in contropiede, invitandolo a passare qualche volta per un caffè. Con il tempo, Chris per Roza diventa un orecchio fidato a cui raccontare di suo padre, della Serbia, della Jugoslavia di Tito, di amicizie, amori, esperienze, traumi e cattiverie subite o inflitte ad altri. La narrazione prende quota lentamente, ma la parte finale rende questo libro davvero meritevole di essere letto.

Il libro delle storie di fantasmi - [a cura di] Roald Dahl

Nel 1958 Dahl aveva lanciato l'idea di produrre 24 episodi sugli spettri ad un produttore di Hollywood, che aveva accettato, quindi aveva iniziato a leggere una grandissima mole di racconti sull'argomento. Con sua grande sorpresa, faticò a mettere assieme del materiale per lui accettabile, anche se alla fin fine scrisse una sceneggiatura; ahimè, l'episodio pilota riguardava un cappellano che, per non infrangere il segreto confessionale, lascia che un innocente venga impiccato, argomento forse troppo delicato per l'America dell'epoca. Il progetto venne affossato, ma Dahl continuò a leggere storie di fantasmi: in questo volume "quattordici capolavori della paura scelti da un grande maestro dell'imprevisto".

Gli anni - Annie Ernaux

Questa è la storia di Annie Ernaux e lo è secondo i suoi termini, con ricordi sparsi a morsi attraverso dettagli e fotografie di vita quotidiana, i quali si allargano in un noi omnicomprensivo: io, tu, la mia famiglia, la tua, i nostri amici, i francesi, gli europei, gli esseri umani. Lentamente i singoli pezzi compongono un inedito puzzle: pagina dopo pagina ci si rende conto di quanto bella sia questa autobiografia, forse a livello stilistico una delle più originali che io abbia letto.

I married a girl to shut up my partents up - Naoko Kodama

Il pretesto narrativo è il titolo. Quello che poi però si incontra è una storia realistica con veri sentimenti. Il quarto capitolo è un evento capitato prima della narrazione fino a quel punto. Disegni chiari e lettura scorrevole. Si affrontano, leggermente, anche temi come l'omofobia e la differenza di genere nel lavoro.

Dentro la foresta - Roddy Doyle

Sandra parte con i suoi due bambini per un viaggio in Lapponia, dove incontreranno due rustiche guide che li condurranno nella gelida foresta con slitte trainate da intelligentissimi husky. Sandra ha deciso di concedersi questa vacanza coi bimbi per lasciare spazio alla figliastra adolescente in piena crisi adolescenziale, la quale sta per rincontrare, dopo molti anni, la madre biologica, sotto la discreta supervisione del padre. La natura, però, è come la moto: lascia sempre il segno.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Re: cercare libri per genere

Buona sera. Certo che si può. Bisogna andare in "Ricerca avanzata", in "Tipo campo" scegliere "Soggetto" e nel campo libero scrivere "Romanzi polizieschi".
L'opac ne recupera complessivamente ad oggi 1463, ma non sono tutti, nelle biblioteche ce ne sono di più. Questo è dovuto al fatto che solo da alcuni anni è stato deciso di aggiungere il genere letterario ai nostri libri, e lavorare sul pregresso è piuttosto difficile per ragioni di tempo. In compenso tenga presente che questi sono tutti libri relativamente nuovi.
Spero di aver risposto alla sua gentile richiesta, le auguro un Buon Anno con tante letture.

cercare libri per genere

Salve, sono una lettrice molto appassionata del genere poliziesco/thriller, di solito effettuo ricerche in rete e poi vedo se i libri sono presenti a catalogo...mi chiedevo però se si potesse fare una ricerca nel catalogo per "genere", senza dover mettere necessariamente un autore o addirittura il titolo stesso dell'opera; c'è la possibilità di poter vedere direttamente online la lista dei volumi presenti nel catalogo ma divisi per diverso genere?

Re: prenotazioni

Buonasera. Le biblioteche sono state chiuse a macchia di leopardo sul territorio, per effetto delle restrizioni dovute alla diffusione del Covid-19 e la cosa ha reso complicate e incerte le consegne. La funzione di prenotazione da remoto sarà presto riabilitata. Segua le informazioni sulla home del sito. Cordiali saluti e auguri per l'anno nuovo. Luciana Beninati - Biblioteca di Gradisca d'Isonzo

Re: prenotazioni testi online

Buonasera. Le prenotazioni sono momentaneamente sospese per effetto delle restrizioni per il contenimento della pandemia. Le biblioteche del Sistema sono state aperte a singhiozzo, con problemi di gestione delle consegne. È probabile che la funzione sia riabilitata dopo le feste. Segua l'home del sito per informazioni puntuali. Cordiali saluti e tanti auguri per l'anno nuovo. Luciana Beninati - Biblioteca di Gradisca d'Isonzo

Re: Biblioteche/covid

Buongiorno Valentina

Duino ha riaperto lunedì 18 con restituzione esterna (in appositi box) e prenotazione telefonica o via mail del materiale desiderato che verrà consegnato all'esterno. In biblioteca non si potrà ancora entrare. L'orario può subire modifiche, in considerazione della situazione di emergenza, quindi è opportuno che prenda contatto con la sua biblioteca, telefonando allo 040.2017373 o scrivendo a biblioteca.aurisina@comune.duino-aurisina.ts.it
Cordiali saluti

Biblioteche/covid

Salve,hanno riaperto le biblioteche?Mi interessa Duino Aurisina...e nel caso come si accede?Serve appuntamento?Grazie

Emergenza Covid

Le Biblioteche della provincia di Gorizia sono chiuse per effetto dell'emergenza Covid-19, ma molti bibliotecari sono al lavoro. Se avete necessità di informazioni potete scrivere a:

bibgradisca@ccm.it
federica.marabini@comunegrado.it
biblioteca@com-turriaco.regione.fvg.it
isabella.piatto@comune.sancanziandisonzo.go.it

Potete chiamare il 0481-472722 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

Potete inoltre inviare messaggi usando la pagina Facebook "BiblioGo" o attraverso questa Community che verrà presidiata dai bibliotecari in servizio

https://www.bibliogo.it/

Scadenza prestito.

Buongiorno, vorrei sapere, per favore, se per un prestito in corso viene indicata da qualche parte la data di scadenza, come promemoria.
Grazie

Prenotazioni x le novita locale 60 giorni

Credo sia ridicolo, prenotare un libro che hanno 5 biblioteche del mandamento, che ci siano già 6 prenotazioni, e
il suddetto libro sia bloccato essendo in novità locale 60 giorni! Non si potrebbe ovviare a questa situazione e avere tutti i libri disponibili da subito?

Re: proposte da lettore a lettore

Gentile Utente 91, per chi usa questo nostro Opac, la possibilità di "votare" i libri c'è già. Non saprei come fare per far votare anche chi non usa internet... anzi, non saprei nemmeno come conteggiare poi i voti!!! Proverò a proporre l'idea della classifica dei più letti, ma ho l'impressione che potremmo darci la zappa sul piede: già ci sono così tante richieste per i libri in classifica che andare a incrementarle penso non convenga a nessuno. La mia idea era di far emergere quei libri, spesso bellissimi, che si fermano negli scaffali e che nessuno (pochi) chiede.
Vorremmo far conoscere i libri di nicchia.
Nella nostra biblioteca, ogni 3-4 settimane realizziamo uno "scaffale a tema" che abbiamo chiamato "OGGI PARLIAMO DI" (vedi in: Biblioteche/Pieris-San Canzian/Percorsi di lettura/Oggi parliamo di).
Fino ad oggi avevamo lo scaffale "Cosa accade dietro la siepe. Storie in giardino" . Da oggi passiamo a "Tasti come lettere", i nostri libri che hanno per protagonisti dei pianisti o nei quali c'è la presenza pregnante di pianoforti e organi. Per realizzarli abbiamo chiesto ai nostri lettori che vengono fisicamente qui a prelevare documenti, di votare tra giardino - salotto e cantina per il primo scaffale a tema e ora tra pianoforte (e organo) - violino (e viola) e chitarra (e mandolino). Quindi si vota l'argomento, non il libro. Ha votato una cinquantina di lettori e l'argomento che ha ottenuto più voti è stato quello poi proposto. Ma oltre a questo non saprei proprio. Stiamo anche pensando di realizzare qualcosa del tipo "Mettiamoci la faccia" con i consigli da lettore a lettore, magari può partecipare....

Re: proposte da lettore a lettore

Perchè non sfruttare meglio l'esperienza dei lettori del sistema studiando un modo di dar la possibilità a tutti i lettori, anche quelli che non usano internet, di votare i libri che leggono? I suggerimenti e le classifiche, per quanto fastidiose possano essere aiutano i lettori meno esperti ad orientarsi e servono da incentivo allo sviluppo della lettura. Grazie

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate