A pesca nelle pozze più profonde. Meditazioni sull'arte di scrivere racconti
4 1 0
Risorsa locale

Cognetti, Paolo

A pesca nelle pozze più profonde. Meditazioni sull'arte di scrivere racconti

Abstract: "A un certo punto del mio apprendistato mi misi in testa che, se volevo diventare un bravo scrittore di racconti, dovevo imparare a pescare". Un'educazione letteraria e sentimentale. Paolo Cognetti, probabilmente il più apprezzato scrittore italiano di racconti della sua generazione, si confronta con i grandi maestri di questo genere. Come si fa a scrivere un grande racconto? Cosa c'è dietro il lavoro quotidiano sulla pagina? Qual è il prezzo da pagare per riuscire a racchiudere il mondo in venti cartelle? Da Raymond Carver a Ernest Hemingway, da J.D. Salinger a Alice Munro, da John Cheever a Flannery O'Connor, Cognetti ci prende per mano trascinandoci nelle vite interiori e nelle botteghe di questi autori. A un certo punto ci sembrerà di sentire di cosa è fatto il lungo e duro tirocinio che può portare a capolavori come I quarantanove racconti di Hemingway o Nemico, amico, amante... della Munro. Non solo la tecnica, ma la disposizione d'animo, l'ostinazione, la vita. Un libro sull'arte di raccontare storie che solo un grande narratore poteva regalarci.


Titolo e contributi: A pesca nelle pozze più profonde. Meditazioni sull'arte di scrivere racconti

Pubblicazione: minimum fax, 23/10/2014

EAN: 9788875215941

Data:23-10-2014

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe oppure con Social DRM

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 23-10-2014

"A un certo punto del mio apprendistato mi misi in testa che, se volevo diventare un bravo scrittore di racconti, dovevo imparare a pescare". Un'educazione letteraria e sentimentale. Paolo Cognetti, probabilmente il più apprezzato scrittore italiano di racconti della sua generazione, si confronta con i grandi maestri di questo genere. Come si fa a scrivere un grande racconto? Cosa c'è dietro il lavoro quotidiano sulla pagina? Qual è il prezzo da pagare per riuscire a racchiudere il mondo in venti cartelle? Da Raymond Carver a Ernest Hemingway, da J.D. Salinger a Alice Munro, da John Cheever a Flannery O'Connor, Cognetti ci prende per mano trascinandoci nelle vite interiori e nelle botteghe di questi autori. A un certo punto ci sembrerà di sentire di cosa è fatto il lungo e duro tirocinio che può portare a capolavori come I quarantanove racconti di Hemingway o Nemico, amico, amante... della Munro. Non solo la tecnica, ma la disposizione d'animo, l'ostinazione, la vita. Un libro sull'arte di raccontare storie che solo un grande narratore poteva regalarci.

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

La storia di Paolo Cognetti scrittore e lettore di racconti: cosa ha imparato da chi e come lo ha fatto suo. Una confessione letteraria che, nell’intenzione dell’autore, non riuscirà a essere utile a chi la legge proprio come non lo era stato, a suo tempo, il manuale che lo stesso Cognetti aveva seguito per imparare a pescare:
“Prima però ho una confessione da fare, casomai qualcuno si chiedesse se il libro che ha in mano gli sarà davvero utile: non presi nemmeno un pesce quell’estate. Ci sono cose che non si possono imparare dai libri, temo, specialmente quelle che si fanno con le mani.”
Dedicato a chi ama il racconto e, di notte, ha solo bisogno di “un posto pulito, Illuminato bene” per arrivare sano e salvo all’alba.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.