I libri più votati nel sistema

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore Rizzoli
× Nomi DaGradi, Don
× Target di lettura Adulti, generale
Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Inglese
× Paese Italia

Trovati 11 documenti.

Sister act
5 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Ardolino, Emile

Sister act : una svitata in abito da suora / diretto da Emile Ardolino ; musiche originali e arrangiamenti di Marc Shaiman

Milano : Buena Vista Home entertainment, [2002]

Abstract: Trama Involontaria testimone di un omicidio compiuto dal boss suo ex-amante, Deloris, cantante nei night club, denuncia il crimine a un poliziotto che, per proteggerla, la nasconde in un convento travestita da suora. Sulle prime, alle prese con la tonaca, il refettorio, la cella e tutti gli altri rituali del chiostro, la novizia appare un po' disorientata. Ma poi, poco per volta, ci prende gusto e trasforma lo scalcagnato coro di suorine del convento in uno straordinario "ensemble" vocale, che riempie di nuovo la chiesa di fedeli.

Monte   Cristo
5 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Reynolds, Kevin

Monte Cristo / regia di Kevin Reynolds ; musiche di Edward Shearmur ; sceneggiatura di Jay Wolpert ; tratto dal romanzo di Alexandre Dumas

Milano : Buena Vista Home Entertainment, 2003

Abstract: Il vigoroso giovane marinaio Edmond Dantes è un uomo candido e onesto dalla vita pacifica. Dantes sogna di sposare la bella Mercedes, ma le sue speranze vengono presto distrutte quando il suo migliore amico, Fernand Montego, che vuole Mercedes tutta per, lo tradisce. Spedito nella terribile prigione dell'isola di Chateau per essere illegalmente giudicato, Edmond resta intrappolato in un incubo che dura 13 lunghi anni. Perseguitato dallo sconcertante corso che ha preso la sua vita, egli finisce per non credere si abbandona a pensieri di vendetta contro quelli che lo hanno tradito. Con l'aiuto di un compagno di sventura ugualmente innocente, Dantes riesce a fuggire dalla prigione e ad assumere l'identità del misterioso e ricco Conte di Montecristo. Con fredda e calcolata spietatezza, egli si insinua, grazie alla sua intelligenza, nei ranghi della nobiltà francese riuscendo a distruggere con sistematicità coloro che lo avevano manipolato e reso schiavo.

Innamorarsi a Manhattan
5 1 0
Videoregistrazioni: DVD

Innamorarsi a Manhattan / [directed by Mark Levin ; written by Jennifer Flackett ; music by Chad Fischer ; director of photography Tim Orr]

Milano : Twentieth century Fox home entertainment, c2007

Abstract: New York. Manhattan. Gabe ha 11 anni e si è sempre e solo interessato di basket e videogiochi. Al corso di karate incontra e conosce Rosemary, ragazzina vispa e vivace. Gabe per la prima volta inizia a guardare l’altro sesso con occhi diversi e interessati. E capirà e scoprirà le gioie e le ansie della prima cotta della vita. Commedia sentimentale e romantica, ambientata nella New York che tutti conosciamo grazie proprio alle infinite pellicole che l’hanno consacrata città simbolo dell’amore, Innamorarsi a Manhattan non si eleva e non si distingue dalle altre innumerevoli commedie leggere e un po’ superficiali che stanno invadendo la cinematografia contemporanea: unica differenza è che i protagonisti sono due ingenui e spontanei undicenni. Questo, grazie anche a una sceneggiatura lineare e semplice, dona al film un alone di freschezza che si respira durante tutta la sua durata, conferendogli le sembianze di una simpatica favola moderna (con tanto di genitori separati). A fare da sfondo a litigi, incomprensioni, primi dubbi e incertezze, una New York patinata, fotografata nei suoi luoghi simbolo, a partire dall’immancabile Central Park. Il regista Mark Levin, che ha scritto anche la sceneggiatura insieme alla moglie, firma questo suo film d’esordio con consapevolezza e un umorismo spesso colto (con tanto di citazioni cinematografiche), riuscendo a creare una pellicola comunque interessante, nonostante la trama semplice e già nota. Usando la forma del diario del bambino, che racconta le sue peripezie in prima persona, riesce a far sorridere e, se si vuole, anche a commuovere. Fonte: Letizia della Luna su Mymovies.it

The conspirator
5 0 0
Videoregistrazioni: DVD

The conspirator / diretto da Robert Redford ; sceneggiatura di James Solomon ; direttore della fotografia Newton Thomas Sigel ; musiche di Mark Isham ; [interpreti] James McAvoy, Robin Wright

[Roma] : 01 Distribution, 2011

Abstract: Se l'8° film di Redford è il suo migliore, il più solido, compatto e ambizioso, il merito è soprattutto della sceneggiatura, covata dal 1993 e più volte riscritta dal giornalista James D. Solomon (con Gregory Bernstein), e dell'esordiente TAFC (The American Film Company) di Joseph Ricketts e Brian Falk che gli ha fornito un cast tecnico-artistico di prim'ordine e mezzi di un costo medio-alto. 15 aprile 1865: due settimane dopo la fine della guerra civile, a 55 anni Abraham Lincoln, presidente degli Stati Uniti, è ucciso a teatro dall'attore sudista John Wilkes Booth. È la storia di un complotto sudista, che prevedeva anche l'uccisione del vicepresidente e del segretario di Stato per mettere in crisi il governo e l'esito stesso del sanguinoso conflitto civile (più di 600000 morti). E di un processo contro 8 accusati, 7 uomini e Mary Surratt, madre di uno degli imputati e proprietaria della pensione dove si riunivano. Le analogie con la reazione di Washington dopo gli attentati dell'11-9-2001 sono evidenti e ben marcate. Il processo si concentra sulla metamorfosi del giovane capitano nordista, l'avvocato Aiken. Pur credendola colpevole, è costretto a difendere la vedova Surratt in un procedimento la cui fine è predeterminata dalla ragione di Stato: deve concludersi con la condanna all'impiccagione di tutti. All'insegna di Cicerone: silent enim leges inter arma, in periodo di guerra la legge tace. È la carta vincente di un film che sa far aspettare lo spettatore. Attori funzionali a ogni livello e 2 eccellenti protagonisti (lo scozzese McAvoy e la Wright). Contribuisce al risultato la fotografia di Newton Thomas Sigel, ispirata a Caravaggio e Rembrandt. Esterni a Savannah (Georgia). [Il Morandini : dizionario dei film / Laura, Luisa, Morando Morandini. – Zanichelli, 2012].

War Horse
5 0 0
Videoregistrazioni: DVD

War Horse / [regia] Steven Spielberg ; [interpreti] Emily Watson, David Thewlis, Peter Mullan

Milano : Dreamworks Pictures, 2012

Abstract: Inghilterra, prima guerra mondiale. Il giovane Albert alleva e addestra il suo cavallo Joey. Il conflitto bellico li allontana quando Joey diventa un "War Horse", un cavallo da guerra impiegato in azioni militari prima per i francesi e poi per i tedeschi. Lo straordinario legame che lo unisce ad Albert spingerà Joey a compiere un viaggio eroico, attraverso i duri scenari della guerra, che cambierà e ispirerà le vite di tutti coloro che incontrerà sul suo cammino. Albert intanto, con grande coraggio, si arruolerà per ritrovare il suo cavallo mai dimenticato.

I puffi. In che posto siamo puffati?
5 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Gosnell, Raja

I puffi. In che posto siamo puffati? / a film by Raja Gosnell ; music by Heitor Pereira ; editor Sabrina Plisco ; director of photography Phil Mèheux ; based on the characters and works of Peyo ; story by David Stem ... [et al.]

[S.l.] : Sony Pictures home entertainment, 2012

Abstract: Cacciati da Gargamella dal proprio villaggio, i Puffi vengono catapultati dal loro mondo magico al nostro... esattamente in mezzo a Central Park. Piccoli e disorientati sono bloccati nella Grande Mela e devono trovare un modo per tornare nel loro villaggio prima che Gargamella li trovi.

La trilogia completa del cavaliere oscuro
5 0 0
Videoregistrazioni: DVD

La trilogia completa del cavaliere oscuro : Batman Begins, Il cavaliere oscuro, Il cavaliere oscuro il ritorno / Christopher Nolan

[Milano] : Warner Home Video, 2013

Babe maialino coraggioso
5 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Babe maialino coraggioso / directed by Chris Noonan ; based upon the book by Dick King-Smith ; music composed by Nigel Westlake ; screenplay by George Miller & Chris Noonan

[S.l] : Universal pictures, c2003

Universal Miniclub

Abstract: La fattoria dell'allevatore Hoddgett è composta da un curioso gruppo di personaggi: Fly il cane pastore, Rex il suo compagno di scorribande, Ferdinand l'anatra chiacchierona, Maa la pecora più anziana e l'ultimo arrivato Babe, un gentile maialino dello Yorkshire decisamente fuori dal comune.

The Twilight Saga
4 1 0
Videoregistrazioni: DVD

The Twilight Saga : New Moon / directed by Chris Weitz ; screenplay by Melissa Rosenberg ; based on the novel by Stephenie Meyer ; director of photography Javier Aguirresarobe ; music by Alexandre Desplat

Milano : Eagle Pictures, 2010

Abstract: A causa di un banale incidente Edward decide di lasciare la sua amata per proteggerla dai pericoli a cui la loro relazione inevitabilmente la sottopone. Bella, distrutta dal dolore, trova conforto nell'amicizia con il licantropo Jacob, innamorato di lei, finché non scoprirà che il suo adorato vampiro, sconvolto perché la crede morta, è fuggito in Italia per farsi uccidere dai Volturi, temutissimi vampiri.

Coraline e la porta magica
4 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Selick, Henry

Coraline e la porta magica / [Dakota Fanning, Teri Hatcher, Jennifer Saunders, Dawn French and Ian McShane ; music by Bruno Coulais ; editors Christopher Murrie, Ronald Sanders ; director of photography Pete Kozachik ; produced by Bill Mechanic, Claire Jennings, Henry Selick, Mary Saundell ; based on the book by Neil Gaiman ; written and directed for the screen by Henry Selick]

[Italia] : Unversal, 2009

Universal miniclub. Junior 6+

Abstract: Coraline ha undici anni e da poco si è trasferita con la sua famiglia in una nuova casa nelle campagne dell'Oregon. Tutto è nuovo per lei e una notte, spinta dalla curiosità, scopre una piccola porta verso un mondo parallelo, simile per molti aspetti al suo ma per altri piú spettacolare ed eccitante. Ma quella che all'inizio era una nuova avventura si trasforma presto in un incubo e la piccola Coraline dovrà far ricorso a tutto il suo coraggio per far ritorno a casa. (Fonte: IBS)

Midnight in Paris
4 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Allen, Woody

Midnight in Paris / scritto e diretto da Woody Allen ; [con] Kathy Bates, Adrien Brody, Carla Bruni, Marion Cotillard, Rachel McAdams, Michael Sheen, Owen Wilson

[S.l.] : Medusa Home Entertainment, c2011

Abstract: Gil (sceneggiatore hollywoodiano con aspirazioni da scrittore) e la sua futura sposa Inez sono in vacanza a Parigi con i piuttosto invadenti genitori di lei. Gil è già stato nella Ville Lumiêre e ne è da sempre affascinato. Lo sarà ancor di più quando una sera, a mezzanotte, si troverà catapultato nella Parigi degli Anni Venti con tutto il suo fervore culturale. Farà in modo di prolungare il piacere degli incontri con Hemingway, Scott Fitzgerald, Picasso e tutto il milieu culturale del tempo cercando di fare in modo che il 'miracolo' si ripeta ogni notte. Suscitando così i dubbi del futuro suocero. Woody Allen ama Parigi sin dai tempi di Hello Pussycat e ce lo aveva ricordato anche con Tutti dicono I Love You. Nella sequenza di apertura fa alla città una dichiarazione d'amore visiva che ricorda l-ouverture di Manhattan senza parole. Ma anche qui c'è uno sceneggiatore/aspirante scrittore in agguato pronto a riempire lo schermo con il suo male di vivere ben celato dietro lo sguardo a tratti vitreo di Owen Wilson. Solo Woody poteva farci 'sentire' in modo quasi tangibile la profonda verità di un 'classico' francese che nella parata di personalità che il film ci presenta non compare: Antoine de Saint Exupery. Il quale ne "Il piccolo principe" fa dire al casellante che nessuno è felice per dove si trova. Il personaggio letterario verbalizzava il bisogno di cercare sempre nuovi luoghi in cui ricominciare a vivere. Il Gil alleniano vuole sfuggire dalla banalità dei nostri giorni ma trova dinanzi a sé altre persone che esistono in epoche che ai posteri sembreranno fulgide d'arte e di creazione di senso ma non altrettanto a chi le vive come presente. Se il Roy di L'uomo dei tuoi sogni era solamente uno scrittore avido di successo Gil è affamato di quella cultura europea di cui da buon americano si sente privo. Ma ha lo sguardo costantemente rivolto all'indietro. Forse, sembra dirci Woody, ha ragione ma è comunque indispensabile uno sforzo costante per cercare nel presente le ragioni del vivere e del creare. A Gil Allen concede quella speranza che invece negava perentoriamente (e con ragione) a Roy. Ricordandoci (ancora una volta e con delle evidenti analogie con La rosa purpurea del Cairo) che nulla può consentirci di sfuggire a noi stessi e al nostro tempo e che forse (nonostante tutto) è bene così. (Giancarlo Zappoli per Mymovies)