Community » Forum » Recensioni

Omicidio a Road Hill House, ovvero invenzione e rovina di un detective
0 1 0
Summerscale, Kate

Omicidio a Road Hill House, ovvero invenzione e rovina di un detective

Torino : Einaudi, 2008

Abstract: Una notte d'estate del 1860. In un'elegante casa georgiana del Wiltshire tutti dormono. All'una il cane abbaia. Il mattino l'orribile scoperta, la culla del più piccolo dei sette figli, Saville Kent, è vuota. Un brivido percorre tutta la casa e inizia una disperata ricerca, si valuta la possibilità di un sequestro, si interrogano i domestici. Nel salone una finestra è aperta: è l'unica pista. Poche ore dopo, il cadavere del bambino viene trovato sgozzato in giardino. Tutti i membri della famiglia Kent sono sospettati e l'assassino è certamente fra loro. L'ispettore di Scotland Yard Jack Whicher viene mandato sul posto a indagare. È il primo a usare metodi di indagine che poi diventeranno famosi, anche grazie a scrittori come Wilkie Collins, Charles Dickens, o Arthur Conan Doyle che si ispireranno alla sua figura reale per i loro personaggi immaginari. Il caso occupa per anni le prime pagine dei quotidiani, tutta l'Inghilterra segue il delitto, ne è affascinata e terrorizzata. Nessuno accetterà le conclusioni di Mr. Whicher, che solo in un secondo tempo si riveleranno esatte. Kate Summerscale ricostruisce l'intera vicenda servendosi di documenti e fonti giornalistiche dell'epoca, con una forte capacità di padroneggiare le tecniche del racconto giallo.

1009 Visite, 1 Messaggi

Un saggio che racconta una storia. Avvincente e pieno di tensione come un romanzo.
Dettagliato e geometrico, offre un'inconsueto e affascinante punto di vista sull'epoca Vittoriana, quello dell'impatto del delitto nella società.
Vale anche come lettura estiva al posto di un giallo!

  • «
  • 1
  • »

1113 Messaggi in 1033 Discussioni di 211 utenti

Attualmente online: Ci sono 2 utenti online