Community » Forum » Recensioni

Baol
0 1 0
Benni, Stefano <1947- >

Baol

Milano : Feltrinelli, 1990

Abstract: Una tranquilla notte di regime, che assomiglia a un febbricitante sabato notte delle nostre città popolato da allegre brigate di gerarchetti clarkopodi e clarette che ridono in posa “come un set di spot di brut”. Uno strano personaggio, un po' Marlowe un po' mago, titolare di una delle più antiche magie del mondo, passa le notti tra nostalgie e sbronze colossali al bar Apocalypso. Poi l'avventura: il mago Baol torna e combattere contro i grandi gerarchi per una missione che è insieme un atto di riconoscenza per un vecchio grande comico in disgrazia e un viaggio misterioso nel segreto della magia baol. Magia, amore, avventura e umorismo irresistibile si fondono sorprendentemente in questo romanzo, in cui la feroce satira del linguaggio e dei costumi del nostro “regime” si accompagna al gusto della narrazione a perdifiato, con mille variazioni comiche malinconiche surreali metafisiche.

1295 Visite, 1 Messaggi
DANKA JOSIC
5 posts

 
Vi stupirete, dopo aver letto questo libro, che sia stato scritto quasi venti anni fa. Di sconcertante attualità è una sorta di Brave new world di Huxley: una pungente satira del linguaggio e dei costumi della nostra società. Uno strano personaggio narra le sue avventure alla scoperta degli strumenti di manipolazione delle masse. Straordinariamente divertente, con riferimenti molto ricercati e mai casuali con tanto di finale a sorpresa.
Un esempio dell'ironia di Stefano Benni tratto da questo libro:
“Quella mattina parecchi Gerarchi si svegliarono di malumore. Badaloni, gerarca dei Manageri di Dio, era stato avvisato che il Pray-in sull’autostrada, la prima turbochiesa, era stato distrutto in una rissa di fedeli che parcheggiavano per la messa. D’Antoine, Gerarca dei Vecchi Rampanti, si era svegliato con il lifting esploso e non aveva neanche i pezzi numerati.”

  • «
  • 1
  • »

1112 Messaggi in 1032 Discussioni di 211 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online