Community » Forum » Recensioni

Il mago  di  Oz
0 1 0
Baum, L. Frank

Il mago di Oz

Milano : Fabbri editori, 2007

Abstract: Dorothy e il suo cagnolino non riescono a trovare riparo nel rifugio quando il tornado si avventa sulla loro casetta che decolla e vola, vola, vola fino a schiantarsi in un paese sconosciuto travolgendo la malvagia Strega dell'Est. Accolta come un'eroina dal popolo che ha liberato, per tornare a casa Dorothy dovrà affrontare mille avventure insieme ai suoi compagni di strada, l'Omino di latta, il Leone codardo e lo Spaventapasseri, per sfidare infine il malefico mago di Oz, un concentrato di perfidia che si rivelerà un impostore.

1429 Visite, 1 Messaggi
MAURO LUGLIO
21 posts

 
L. FRANK BAUM (1856-1919) - "Il mago di Oz"
Una bambina, un cane, uno spaventapasseri, un omino di stagno, un leone: sono i protagonisti di questa straordinaria avventura fantastica, originale, dove le illusioni umane ed i sogni cercano conferme. L'omino di stagno cerca un cuore: "quando ero innamorato ero l'uomo più felice del mondo, ma chi non possiede il cuore non può amare. Il cervello non basta a rendere felice una persona e la felicità è quella che conta di più al mondo". Lo spaventapasseri cerca il cervello: "io chiederò il cervello invece del cuore, perchè uno stupido non saprebbe che farsene del cuore, se l'avesse". Il leone, codardo, cerca il coraggio: è simbolico il fatto che il leone, da tutti temuto, qui invece è un essere inoffensivo e timoroso, sconfitto da fiori e salvato da topolini. "Il mago di Oz" è interessante perchè insegna ai giovani lettori quanti ostacoli bisogna superare per raggiungere l'agognata meta e come sia fondamentale "crederci": solo in questo modo gli sforzi avranno un senso e lo scopo raggiunto sarà ancora più ricco di soddisfazioni. 
 

  • «
  • 1
  • »

1112 Messaggi in 1032 Discussioni di 211 utenti

Attualmente online: Ci sono 4 utenti online