Community » Forum » Recensioni

Copertina
0 2 0
Tarkovskij, Andrej Arsenʹevič

L' infanzia di Ivan [DVD] / un film di Andrej Tarkovskij ; musiche originali Vyacheslav Ovchinnikov

Campi Bisenzio : General video recording, c2006

Abstract: Quattro sogni, brevi e intensi, punteggiano la narrazione di una realtà di guerra. Da un lato la vitalità, l'acqua fresca, la campagna, i boschi, la madre, gli amichetti; dall'altra la palude immobile, i soldati, i bombardamenti, le imboscate. Il protagonista è sempre Ivan, il ragazzo che ha perso la famiglia e gli affetti più cari e che ora aiuta i compagni russi al fronte. Egli sa muoversi all'interno della palude meglio di qualsiasi altro soldato: proprio per questo il capitano Cholin gli ha affidato il rischioso ruolo di esploratore. La deviazione durante una missione solitaria porta però Ivan nel reparto del tenente Gal'cev. I sospetti di quest'ultimo, che, non conoscendo il ragazzo, lo crede una spia nemica, vengono fugati dal tenente colonnello Grjaznov. Ed è lo stesso Grjaznov che, comprendendo che la guerra non è l'ambiente adatto per un ragazzo, vuole spedire Ivan alla scuola di addestramento. Il protagonista tenta la fuga, ma viene ben presto ripreso e allontanato. In sua assenza, la vita al campo prosegue: Cholin corteggia la bella infermiere-capo Masha e prepara una nuova operazione. Bisogna recuperare il cadavere di due soldati russi esposti provocatoriamente dai tedeschi sulla riva opposta. Ivan viene coinvolto un'ultima volta, assieme a Cholin e Gal'cev. Giunto nel mezzo della palude, il ragazzo si separa dai due compagni e prosegue da solo. Cade la prima neve. Terminata la guerra, tra festeggiamenti e orrori (un cineoperatore riprende i corpi di Goebbels e dei suoi familiari), Gal'cev scopre un dossier che certifica l'uccisione del piccolo Ivan.

23 Visite, 2 Messaggi
ccm15956
104 posts

Splendido film, tutt'ora attuale nella descrizione della guerra vista sia con gli occhi del piccolo Ivan che con quelli dolenti degli adulti che vivono con lui il dramma. Momenti di assoluta poesia nei sogni in cui Ivan vive la sua meravigliosa infanzia con la madre e la piccola amica. Una delle più lucide e antiretoriche condanne della guerra.

ccm15956
104 posts

Splendido film, tutt'ora attuale nella descrizione della guerra vista sia con gli occhi del piccolo Ivan che con quelli dolenti degli adulti che vivono con lui il dramma. Momenti di assoluta poesia nei sogni in cui Ivan vive la sua meravigliosa infanzia con la madre e la piccola amica. Una delle più lucide e antiretoriche condanne della guerra.

  • «
  • 1
  • »

983 Messaggi in 906 Discussioni di 183 utenti

Attualmente online: Ci sono 6 utenti online